CARTA ELETTRONICA DEL DOCENTE

15/03/2017 – Carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione del docente di ruolo – A.S. 2016/2017 Rendicontazione delle spese sostenute tra il 01.09.2016 e il 30.11.2016.

_freccina  …  Comunicazione DS_carta elettronica docente di ruolo indicazioni operative rendicontazione spese 01.09.2016-30.11.2016 filePDF

_freccina  …  Modulo RITIRO ISTANZA DI RIMBORSO FILE WORD

_freccina  …  Nota MIUR.AOODGRUF.REGISTRO UFFICIALE(U).0005314.10-03-2017filePDF

05/12/2016 – Comunicazione del DS – Carta del docente

_freccina  …Carta del docente- Istruzioni operative- Rendicontazione delle somme spese nel periodo 1 settembre – 30 novembre 2016filePDF
_freccina  …DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 28 novembre 2016 – carta elettronica docentefilePDF
_freccina  …Nota MIUR Carta docente prot. 3563 del 29/11/2016filePDF

CONFERMA DI LETTURA OBBLIGATORIA PER TUTTI I DOCENTI DEL CPIA NAPOLI PROV.1

Dopo aver visualizzato la comunicazione dai conferma di lettura cliccando sull’icona sottostante.

button-76783_640

divisorio

Carta elettronica di 500 euro prevista dalla legge n.107/2015.

Lo scorso anno scolastico, com’è noto, le somme per la formazione dei docenti (500 euro) sono state accreditate direttamente sui conti correnti (o meglio tramite lo stipendio) del personale coinvolto, mentre da quest’anno dovrebbe trovare piena attuazione quanto previsto dal comma 121 della legge 107/2015, secondo il quale ai docenti dovrà essere fornita una Carta elettronica dal valore nominale di 500 euro che sarà consegnata ai docenti e potrà essere utilizzata su una piattaforma ad hoc. (formazione dei docenti prevista nella legge 107 che indicava quale metodo di spesa del bonus la Card).

Per ulteriori informazioni si possono visualizzare/scaricare i seguenti file presi dal sito “www.orizzontescuola.it

_freccina  … Visualizza la comunicazione del MIUR “Carta del Docente, come e quando spendere i 500 euro per l’aggiornamento”
 _freccina  … Bonus 500 euro: nessuna scadenza per iscrizione alla piattaforma online filePDF
_freccina  … bonus 500 euro come e a chi richiedere codice spid per registrazione piattaforma ministerofilePDF
 

 

 

 

 _freccina  Messaggio vocale della prof.ssa Fausta Minale di chiarimento per la procedura di acquisizione della card di 500 €

divisorio

Nota di commento della Prof.ssa Fausta Minale – 14/12/2016

“Carta docente 500 euro: registrarsi, dove spendere, generare un buono, rendicontare. Guida gratuita passo passo”   http://www.orizzontescuola.it/?p=143236

divisorio

Nota di commento della Prof.ssa Fausta Minale – 03/12/2016

Con queste informazioni é possibile completare la procedura relativa alla Carta del Docente iscrivendosi sulla piattaforma ministeriale.

“Carta docente 500 euro: registrarsi, dove spendere, generare un buono, rendicontare. Guida gratuita passo passo”   http://www.orizzontescuola.it/?p=143236

divisorio

Nota di commento della Prof.ssa Fausta Minale – 30/11/2016

Cari colleghi sottopongo alla attenzione degli interessati gli elenchi degli enti accreditati Miur e dei corsi riconosciuti a livello nazionale per la formazione dei docenti. Buon lavoro    http://www.orizzontescuola.it/?p=142988

divisorio

Nota di commento della Prof.ssa Fausta Minale – 22/11/2016

Come si effettueranno gli acquisti tramite il bonus?

Attraverso l’applicazione sarà  possibile effettuare acquisti presso gli esercenti ed enti accreditati a vendere  i beni e i servizi che rientrano nelle categorie previste dalla norma. Ogni docente, utilizzando l’applicazione, potrà generare direttamente dei “Buoni di spesa” da esibire all’esercente.

Sarà possibile acquistare onlineinserendo il codice del buono spesa negli appositi spazi che i siti aderenti metteranno a disposizione per l’inserimento del codice stesso.

Spese precedenti all’erogazione della carta

Il Ministero ha, inoltre, chiarito che i docenti che hanno utilizzato la somma o parte di essa per l’acquisto di beni prima dell’erogazione della Carta, potranno chiedere il rimborso “le somme relative all’a. s. 2016/2017 eventualmente già spese dal 1° settembre 2016 al 30 novembre 2016 dovranno essere registrate attraverso la piattaforma digitale e saranno erogate ai docenti interessati, a seguito di specifica rendicontazione, dalle scuole di appartenenza.”

Termine per l’acquisto dei beni

Il termine per l’acquisto dei beni è fissato alla fine dell’anno scolastico, al 31 agosto 2017.

Quali  beni potrò acquistare?

  • libri e di testi,  anche  in formato digital
  •   pubblicazioni  e   riviste  utili all’aggiornamento  professionale;
  • hardware   e software;
  • l’iscrizione a corsi per attività di  aggiornamento  e di qualificazione delle  competenze  professionali,  svolti  da  enti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione;
  • l’iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale;
  •  biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative  coerenti  con  le   attività   individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

divisorio

Nota di commento della Prof.ssa Fausta Minale – 19/11/2016

Per spendere il bonus di 500 euro saremo vincolati e probabilmente dovremo scegliere all’interno di una lista di esercenti ed enti autorizzati  dal MIUR.In base alla nota ministeriale del 12 novembre, infatti,  entro il 30 novembre sarà attivata la piattaforma online con l’applicazione web “Carta del Docente” attraverso la quale sarà possibile effettuare acquisti presso gli esercenti ed enti accreditati a vendere i beni e i servizi che rientrano nelle categorie previste dalla norma.
Ogni docente, utilizzando l’applicazione, potrà generare direttamente dei “Buoni di spesa” .
I buoni di spesa generati dai docenti daranno diritto ad ottenere il bene o il servizio presso gli esercenti autorizzati con la semplice esibizione.
Per ora non si hanno informazioni su quali siano gli esercenti o enti accreditati dal MIUR e presumibilmente saranno resi noti dopo l’attivazione della piattaforma ministeriale.